La danza orientale, così come è oggi conosciuta in tutto il mondo, è il risultato di millenni di pratica e di sviluppo di una tradizione che in realtà ha molteplici origini.
La danza del ventre, in lingua originale Raks Sharqi e in italiano “danza orientale”, è un’arte antica le cui origini sembrano risalire ai culti religiosi della “madre terra”, praticati nelle antiche società matriarcali della Mesopotamia. Era usata in passato per propiziare la fertilità e celebrare il parto.
Essa è stata tramandata e reinventata nei secoli fino a diventare patrimonio etnico delle popolazioni del sud del Mediterraneo fino alla Turchia e in parte alla Grecia.
Questa danza si diffuse largamente e veniva praticata durante i banchetti degli imperatori, o nelle feste popolari.
Durante l’impero ottomano assunse degli aspetti più raffinati, si diffuse molto negli harem dei califfi ,ma da un punto di vista religioso fu penalizzata e considerata una danza lasciva e oscena.
Nel periodo che lega questa ultima evoluzione fin quasi ai giorni nostri, la danza visse tempi oscuri e malfamati.
Finalmente risorse, grazie ad una Signora libanese vissuta in Egitto, Badia Mansabny, che con grande forza di volontà riuscì ad elevare la dignità della danza, allestendo un locale di stile occidentale, nel quale le danzatrici ne esaltavano le qualità artistiche e storiche.
I costumi si trasformarono e, da quelli adornati con le monete che le danzatrici guadagnavano con le loro esibizioni, passarono a quelli di impronta occidentale, stile cabaret, luccicanti di paillettes e perline.
Il costume cambia ma la danza resta! E ha sempre lo stesso fascino, quello della donna nell’espressione massima della propria femminilità.
L’occidente scoprì l’esistenza di questo mondo nell’Ottocento, grazie a viaggiatori francesi e fece subito della danza del ventre il simbolo di una sensualità orientale da sogno.
Maestri celebri e danzatrici famose
In Egitto questa sensuale e flessuosa danza è stata salvaguardata e migliorata grazie ad alcuni musicisti e al talento di danzatrici famose come Samia Gamal e Tahia Carioca, le quali hanno reso famosa la danza del ventre nelle sue caratteristiche popolari rendendola ancora più affascinante e spettacolare.
Tra le danzatrici che nel passato hanno dato lustro alla danza del ventre e sono esempio da seguire ricordiamo, oltre le già citate.

Chafiqa: ella indossava il costume religioso (shador) uscendo di casa, poi si cambiava nel
caffè dove danzava, al centro della città. Facendo parte di una famiglia conservatrice, doveva ricorrere a questo trucchetto per poter praticare l’arte che amava. Chafiqa è l’unica ad aver danzato indossando scarpe in oro e diamanti che costavano 5.000 L.E.
Naïma Akef: all’inizio del secolo, la fanciulla dal bel sorriso, contribuisce a dare una nuova immagine della danzatrice, quella della “coquine” (ragazza maliziosa e birichina). La sua foto, in costume da danzatrice, era il manifesto del primo festival del cinema arabo negli anni 50.
Tahia Carioca: danzatrice appartenente alla scuola della danza dolce: “Era capace di esibizioni superbe, e tutto ciò dando prova di gran leggerezza e semplicità”.
Samia Gamal: la dea della danza orientale, ha, per quanto la riguarda, raggiunto un record: ha danzato fino a 70 anni conservando la sua forma e il suo tono.

Musicisti e Cantanti che hanno accompagnato con la loro arte le danzatrici:

– Mohamed Abdel Wahab: grande musicista e cantante e uno dei primi maestri di musica orientale.
– Um Kalsum: era una grande cantante famosa in tutto il mondo orientale per la sua voce calda e sentimentale, cantava senza mai separarsi dal suo foulard che teneva sempre tra le mani mentre; da giovane si travestì da ragazzo per potere salire sul palcoscenico. La maggior parte delle sue canzoni era accompagnata dal musicista Omar Khorshid con la sua magica chitarra. Tuttora la musica delle sue canzoni mi fa danzare e le parole accompagnano la nostalgia per la mia terra.
– Farid El Atrache: era un grande maestro liutista, cantante e musicista famoso che accompagnava le sue canzoni suonando il LIUTO.
– Abdel El Halim Afes: molto originale il suo modo di cantare l’amore, è diventato famoso per la sua voce calda, triste e in cerca di amore; è morto per una malattia cardiaca. I suoi dischi sono tuttora i più richesti in tutto il mondo arabo.

le danzatrici oggi più note si chiamano:

– Najwa Fouad
– Fifi Abdo
– Suher Zachi