Accanto alla danza orientale “del ventre” classica, esistono delle varianti , nelle quali vengono usati elementi come il velo, il candelabro, il bastone, i cimbali, ecc., che riportano indietro nel tempo e al valore simbolico e rituale della danza nella tradizione del mondo arabo.

Danza col velo (in foto): il velo è stato sempre un accessorio femminile usato in passato dalle donne per coprire il viso e i capelli, poiché si riteneva che mostrare la propria bellezza fosse una provocazione per l’uomo. Il tessuto doveva essere leggero, morbido e trasparente per permettere alla donna di vedere senza essere vista. Il velo, dietro il quale si celava il mistero della bellezza femminile, è stato introdotto nella coreografia dalla danza orientale; da esso deriva la “danza dei sette veli”.

– Danza col bastone (Raks El Assaya): originaria di Al-Saiid nell’Alto Egitto, è una danza tipicamente maschile; oggi le donne usano il bastone nella loro danza facendolo ruotare tra le dita e accompagnandolo con i movimenti del busto o dei fianchi. FIFI ABDO è una danzatrice egiziana di grande successo, che imita il ballo maschile con il bastone indossando un abito lungo (gallabie) e un semplice foulard legato ai fianchi.


– Danza con le Sagat: sono 4 cimbali di rame, che vengono legati ai pollici e ai medi delle due mani; la danzatrice li suona facendoli battere o sfiorare seguendo il ritmo della musica e i movimenti delle danza.


– “Al-dabkeh” folkloristica Siriana: è un ballo di gruppo nel quale i ballerini si uniscono con le mani dietro la schiena ed effettuano dei passi e dei salti, allo stesso modo e con la stessa velocità, cambiando il passo secondo il ritmo.

– Danza col candelabro (Raks El Shaamadan): in origine era una danza rituale legata alla nascita della luce. La danzatrice indossa in testa il “candelabro” acceso e danza in equilibrio con esso.(in foto)


– Danza con la scimitarra: è una danza molto antica che risale al periodo medioevale, quando si praticava il combattimento (duello) per conquistare l’onore dalla donna che si desiderava sposare. Attualmente è riservata alla cerimonia del matrimonio: lo sposo contatta un gruppo di danzatori che va sotto la casa della sposa; quando lo sposo si reca nell’abitazione della promessa per accompagnarla all’altare (cerimonia nuziale), il gruppo effettua la danza con la scimitarra, mimando il duello per la conquista della sposa.
Nota: il gruppo è composto da due ballerini e da suonatori che accompagnano la danza con l’uso di strumenti specifici.
– Danza con la spada: è una danza che richiede molta abilità poiché si eseguono movimenti leggeri e sensuali mentre la danzatrice tiene in equilibrio una spada sul proprio capo.
– Danza con le Ali di Iside: è una danza che riprende le antiche movenze delle danze sacre cerimoniali per la Dea Iside e viene praticata con delle grandi ali decorate che sostituiscono il velo. – “Al-dabkeh ” folkloristica Siriana: è un ballo di gruppo nel quale i ballerini si prendono per mano ed effettuano dei passi e dei salti, allo stesso modo e con la stessa velocità, cambiando il passo secondo il ritmo e le decisioni del capo guida. Danza col “Milaya”: è una danza leggera e sensuale originaria della città di Alessandria, in Egitto, dove le donne vestivano con il “Milaya”, un lungo drappo di cotone. Questa danza è chiamata anche Askandarani.
– Danza Khaligy: è la danza originaria degli Emirati Arabi, dove trovano risalto soprattutto i movimenti legati alle spalle, alla testa, ai capelli e alle mani.
– Danza Tribal: è la danza tribale delle antiche tribù desertiche.
– Danza Gawazee: è una danza dai movimenti ritmati e sensuali che in origine veniva ballata dalle donne zingare delle tribù nomadi durante le feste delle comunità.
– Danza Medievale (Mouwashahat Andaloussia): è una danza che si origina dalle invasioni arabe in Andalusia e veniva praticata con movimenti sensuali dalla belle schiave andaluse nei banchetti reali.
– Ritmo e Percussioni ….
– Tecno/Orientale
– Salsa Orientale
– Danza con i Lumini
– Danza con le sfere magiche “di cristallo”
– Danza con il doppio velo
– Ventavelo
– Tribal Fusion
– Danza indiana Bollywood Studio dei ritmi e apprendimento dello strumento della Tabla (percussione).